Al servizio dello Stato. Giuseppe Govone (1825-1872)

brossura; prefazione Rosanna Roccia; nuovo; contenuto: breve, intensa, povera di routine e ricca di azione, sempre segnata da lampi di intelligenza e di intuito. Così si potrebbe definire la vita di Giuseppe Govone (Isola d'Asti, 1825 - Alba, 1872). Dal 1848 al 1870, gli eventi centrali del Risorgimento, tutti vissuti in prima fila, talvolta in posizioni tanto innovative da essere largamente incomprese, come nel caso della fondazione e guida dei primi servizi segreti militari. Oppure improvvisamente rivelatisi strategiche, addirittura in grado di modificare il corso degli eventi che poi la storia ci avrebbe consegnato, come nella fatale giornata di Custoza del 1866. Nei primi anni '50 proiettato nel lontano teatro danubiano e poi in Crimea, si rivela capace di coniugare la freddezza dello stratega con l'entusiasmo spericolato dell'uomo d'azione, partecipando alla tanto romanticamente mitizzata carica dei 600 di Balaklava. Dopo l'unificazione, schierato sul difficile e logorante fronte del brigantaggio meridionale, ne fornirà un'interpretazione capace di coglierne i tratti salienti. Divenuto ministro con Giovanni Lanza e Quintino Sella, Govone predispone i piani militari per la conquista di Roma nel fatidico settembre 1870, ma dovrà rinunciare a condurli a termine, vittima di una terribile depressione che lo porterà di lì a due anni ad una prematura morte suicida, in circostanze mai completamente chiarite

16,00

disponibile

Autore/i: CONTARETTI Franco
Argomento: STORIA CONTEMPORANEA, STORIA LOCALE
Editore: CENTRO STUDI PIEMONTESI
Lingua originale: ITALIANO

Codice EAN: 9788882622282

Numero pagine: 182
Anno edizione: 05/2015